Notizie

Ginnastica artistica, Alice D’Amato vince il Memorial Gander! Spettacolare trionfo nella Classica di chiusura, Casali 3°

Alice D’Amato ha vinto il Memorial Gander 2022, prestigiosa competizione di ginnastica artistica giunta alla sua 39ma edizione. L’azzurra si è imposta a Chiasso (Svizzera) in uno dei due eventi che conclude la stagione della Polvere di Magnesio (l’altro è la Swiss Cup prevista domenica 27 novembre a Zurigo), togliendosi una bella soddisfazione in una cornice di assoluto rilievo agonistico. La 19enne è salita sul gradino del podio con il punteggio complessivo di 41.800 (si disputa un all-around “tagliato” su tre attrezzi a scelta): 14.100 con il doppio avvitamento al volteggio, 14.250 (6.0 il D Score) alle amate parallele e poi una bella rotazione finale al corpo libero (13.450 partendo da 5.4, miglior punteggio di specialità e annesso Trofeo Città di Chiasso).

La genovese è tornata in gara dopo i Mondiali di Liverpool, dove conquistò il quinto posto con la squadra e disputò la finale nel concorso generale (si era qualificata anche per quella al quadrato, ma concesse il pass a Martina Maggio). La nostra portacolori si è esibita con grande disinvoltura, regolando agevolmente quattro avversarie ostiche come la svizzera Lena Bickel (13.550), la francese Morgane Osyssek-Reimer (13.300), l’olandese Eythora Thorsdottir (38.350) e la giapponese Chiaki Hatakeda (37.250). Alice D’Amato sarà presente sabato pomeriggio al Grand Prix, attesa dalla sfida con la tedesca Ellie Seitz alle parallele asimmetriche (rivincita della finale degli ultimi Europei, visti dalla teutonica davanti alla poliziotta).

Lorenzo Minh Casali si è spinto fino al terzo posto nella gara maschile, ad appena un decimo e mezzo dalla vittoria. L’azzurro, di ritorno dalla rassegna iridata, ha totalizzato un punteggio complessivo di 55.900 (14.200 al corpo libero, 13.200 agli anelli, 14.300 al volteggio, 14.200 alle parallele) nella gara vinta dall’ucraino Illia Kovtun (56.150) davanti allo statunitense Yul Moldauer (46.100). L’azzurro si è lasciato alle spalle rivali di lusso come lo spagnolo Joel Plata (55.850), il turco Adem Asil (55.750, con tanto di 14.700 agli anelli per il Campione del Mondo di specialità) e il giapponese Kazuma Kaya (53.650).

Foto: Folco Donati

Загрузка...

Comments

Комментарии для сайта Cackle
Загрузка...

More news:

Oasport: Nuoto paralimpico: Super-Italia a Berlino! Morlacchi, medaglie e record
Oasport: Nuoto paralimpico: Super-Italia a Berlino! Morlacchi, medaglie e record
Oasport: Nuoto paralimpico: Super-Italia a Berlino! Morlacchi, medaglie e record

Read on Sportsweek.org:

Oasport: Nuoto paralimpico: Super-Italia a Berlino! Morlacchi, medaglie e record
Oasport: Nuoto paralimpico: Super-Italia a Berlino! Morlacchi, medaglie e record
Oasport: Nuoto paralimpico: Super-Italia a Berlino! Morlacchi, medaglie e record
Oasport: Nuoto paralimpico: Super-Italia a Berlino! Morlacchi, medaglie e record
Oasport: Nuoto paralimpico: Super-Italia a Berlino! Morlacchi, medaglie e record

Altri sport

Sponsored