Sollevamento pesi
Aggiungere notizie
Notizie

Sollevamento pesi, Mondiali Juniores 2019: Lucrezia Magistris è quinta con il record personale nei -55 kg, Cina in trionfo al femminile

La terza giornata dei Campionati del Mondo Junior 2019 di sollevamento pesi si è chiusa con l’Italia a secco di medaglie al termine delle tre finali previste dal programma odierno a Suva, capitale delle Fiji. L’unica atleta azzurra in gara, Lucrezia Magistris, era impegnata nella categoria -55 kg con l’obiettivo di migliorare il proprio record personale per accumulare punti pesantissimi nel ranking di qualificazione olimpica a Tokyo 2020. La lombarda classe 1999 ha disputato una buonissima gara iridata chiudendo in quinta posizione assoluta con 193 kg complessivi, una misura migliore di 8 kg rispetto al precedente primato ottenuto ai Mondiali Senior 2018 di Ashgabat. Magistris non è riuscita a salire sul podio neanche nelle classifiche di specialità, ma nell’esercizio di strappo ha dimostrato di essere molto vicina all’elite globale della categoria alzando 90 kg in terza prova, ad una sola lunghezza dal podio e a due dalla medaglia d’oro di strappo, mentre nello slancio si è difesa sollevando 103 kg al primo tentativo per poi non riuscire più a migliorare per una quinta piazza di specialità.

La cinese classe 2001 Gan Hongyan ha conquistato il titolo iridato dei -55 kg con 205 kg totali davanti per un solo kg alla colombiana Yenny Sinisterra Torres grazie all’ultimo decisivo esercizio di slancio da 114 kg andato a buon fine, mentre il bronzo è andato alla polacca Kristina Novitskaia con 197 kg. Oro di strappo per Sinisterra Torres con 92 kg davanti a Gan e Konotop (Ucraina), mentre nello slancio Gan ha preceduto Novitskaia (Russia) e Sinisterra Torres. Nella seconda finale femminile della giornata la Cina ha portato a casa un altro titolo mondiale con Luo Xiaomin nei -59 kg al termine di una gara dominata in lungo e in largo in entrambe le specialità. La fuoriclasse asiatica ha totalizzato 221 kg (101+120) nella combinata rifilando ben 25 kg alla turca Aysegul Cakin (196 kg), argento, e 26 kg alla tunisina Chaima Rahmouni (195 kg), bronzo. L’unica finale maschile odierna, i -73 kg, ha visto lo statunitense Clarence Cummings aggiudicarsi il quarto titolo iridato juniores della carriera grazie ad un esercizio di slancio devastante in cui ha fatto la differenza rispetto alla concorrenza dopo aver concesso il primo posto nello strappo al moldavo Marin Robu con 147 kg. Cummings ha sollevato complessivamente 337 kg (145+192) ed ha preceduto Robu con 320 kg (147+173) ed il turkmeno Maksad Meredov con 312 kg (139+173).

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: FIPE

Загрузка...

Comments

Комментарии для сайта Cackle
Загрузка...

More news:

Oasport: Nuoto paralimpico: Super-Italia a Berlino! Morlacchi, medaglie e record
Oasport: Nuoto paralimpico: Super-Italia a Berlino! Morlacchi, medaglie e record

Read on Sportsweek.org:

Comitato Regionale Veneto
Comitato Regionale Veneto

Altri sport

CUS Catania Sezione Scherma
Accademia karate shotokan
Oasport: Nuoto paralimpico: Super-Italia a Berlino! Morlacchi, medaglie e record