Sponsored
Notizie

WTA Madrid: Osaka e Halep soffrono solo un set. Schiacciasassi Sabalenka

04

Nel venerdì madrileno è scesa in campo la parte bassa del tabellone del WTA 1000 di Madrid. Dopo Barty, Swiatek e Svitolina (sconfitta da Teichmann) hanno giocato il loro attesissimo debutto nel torneo anche Naomi Osaka e Simona Halep. Entrambe hanno vinto abbastanza agevolmente il loro incontro di primo turno. Era la prima uscita sul rosso per la campionessa dell’ultimo Australian Open, assente dal torneo di Miami (dove è stata eliminata da Sakkari). Naomi doveva affrontare la connazionale Misaki Doi e ha terminato in meno di un’ora e mezza, 7-5 6-2. Complesso il primo set, dove Doi è scattata meglio dai blocchi, salvo poi subire un parziale di 5-1. Ma mentre serviva per il set sul 5-4, Naomi ha perso il servizio a zero.

C’è ancora del lavoro da fare per lei su questi campi, nonostante abbia mostrato buona qualità negli spostamenti laterali se si considera che non giocava una partita ufficiale sulla terra dalla netta sconfitta del febbraio 2020 contro Sorribea Tormo, in Fed Cup. Ben 448 giorni fa. Sul rosso non ha ancora giocato una finale nella sua carriera, ma i campi di Madrid, più rapidi rispetto agli altri della stagione su terra battuta, potrebbero offrirle una buona occasione per raggiungere anche questo risultato. Sul 5-5 ha vinto un game di 18 punti per brekkare di nuovo Doi e chiudere un primo set molto utile per trovare il ritmo. Il match si è chiuso in quel momento, perché grazie a una grande prova al servizio (soli due punti persi nei suoi turni) ha costruito un rapido 6-2 per portarsi al secondo round. Osaka, numero 2 del tabellone, sfiderà Karolina Muchova al secondo turno. La ceca ha dominato la cinese Wang, 6-1 6-3, dimostrando di aver forse finalmente superato i problemi ai muscoli addominali che si trascina da Melbourne.

La possibile avversaria di Naomi in ottavi uscirà dalla sfida interessante tra Maria Sakkari e Anett Kontaveit. Rocambolesca la vittoria della giocatrice greca, che a Miami ha inflitto a Osaka la prima sconfitta – sul campo – in 13 mesi. Sui campi della Caja Magica ha subìto un 6-0 nel primo set da Amanda Anisimova, ma ha ribaltato la partita vincendo un terzo parziale molto lottato, con addirittura sette break.

Ha sofferto meno, ma ha si è comunque spaventata nel finale di match, la numero 3 del seeding Simona Halep. Il sorteggio le ha riservato una delle avversarie di primo turno più pericolose, ovvero Sara Sorribes Tormo. La spagnola ha brillato sul cemento nella prima parte di stagione, ma sul rosso (dove vanta un record migliore) deve ancora raccogliere la prima vittoria stagionale. A Bogotà è stata Sarita Errani a fermarla nel primo turno e nonostante una bella lotta sul finale di partita, non c’è stato nulla da fare per lei contro Simona. 6-0 7-5 il punteggio, che poteva essere ben più severo, poiché Halep era a due punti dal match sul 5-1, prima di bloccarsi e rimettere in partita Sorribes.

Tanto merito va alla spagnola di essere rimasta sempre aggrappata alla partita, ma è stata evidente l’insicurezza di Simona nella fase cruciale. Ha però ripreso il controllo della situazione sul 5-5, per evitare un pericolosissimo terzo set. Nonostante il parziale di quattro giochi della sua avversaria, e dopo aver mancato due match point sul 5-3, ha chiuso 7-5 in in un’ora e 24 minuti. Al prossimo turno sfiderà Saisai Zheng.

Attenzione ad Aryna Sabalenka, che ha sconfitto proprio Halep a Stoccarda (ma ha poi perso in finale) e si è dimostrata in grande forma anche a Madrid. Ha impiegato 66 minuti a superare Vera Zvonareva, perdendo solamente 3 game. Ha vinto così la prima partita della sua carriera alla Caja Magica. Impressionante il dato dei vincenti per la bielorussa: 37 winners su 63 punti vinti. La attende un’altra russa al secondo turno, Daria Kasatkina.

Il tabellone completo

Загрузка...

Comments

Комментарии для сайта Cackle
Загрузка...

More news:

Read on Sportsweek.org:

Altri sport