Notizie

Il Derby di Milano vale lo scudetto: 5 motivi per non perderlo

017
Il Derby scudetto
Il Derby scudetto
Il Derby scudetto
Il Derby scudetto
Il Derby scudetto
Il Derby scudetto
Il Derby scudetto
Il Derby scudetto
Il Derby scudetto
Il Derby scudetto
Il Derby scudetto
Il Derby scudetto
Il Derby scudetto
Il Derby scudetto
Il Derby scudetto

Milan-Inter, domenica ore 15. Il Derby, la Partita. Che può valere un campionato, che ci dirà chi comanda in Serie A. Il fascino, la storia, i campioni. Dentro la bolla del campionato più avvincente degli ultimi anni, a San Siro va in scena una sfida ricca di suggestioni. Da Ibrahimovic a Lukaku, dalle Wags ai Social: ecco cinque motivi perché Milan-Inter è imperdibile.

Perché vale lo scudetto
E non capitava da una vita. Domenica scorsa c’è stato il sorpasso, l’Inter è balzata in testa (50 punti), il Milan segue a ruota (49). Siamo alla 23esima giornata, dopo il derby ne mancheranno ancora 15. È comunque troppo presto per sentenze definitive, ma vincere la stracittadina significa prendere la residenza nel territorio dove lo scudetto è possibile. L’Inter non lo vince dal 2010 (Mourinho), il Milan dal 2011 (Allegri).

Per Ibrahimovic vs Lukaku
La storia è nota. Nel derby di Coppa Italia di fine gennaio i due si sono affrontati a muso duro, tra allusioni a riti vodoo (di Lukaku) e insulti alla madre (di Ibra). Nessuno dei due si è scusato, la Procura Federale ha ascoltato entrambi, finirà a tarallucci e vino. Domenica Ibra e Lukaku tornano sul luogo del delitto. Faranno finta di niente? O quando verranno a contatto saranno scintille?

Perché Milano comanda
Dopo nove anni di dittatura juventina e nove scudetti che hanno mortificato il resto d’Italia, Milano è tornata ad essere la capitale del calcio italiano, come succedeva un tempo. Il derby della Scala del Calcio sarà seguito in tutto il mondo e sarà – comunque vada – uno spettacolo. Peccato per l’assenza di pubblico, pedaggio da pagare a questo tempo sbandato e sotto lo schiaffo del Covid 19.

Perché scendono in campo le Wags
O meglio, invadono i social. Facendo il tifo, piazzando qua e là qualche frecciatina velenosa. Nel Milan ecco Zoe Cristofoli, compagna di Theo Hernandez, Alessia Elefante, fidanzata di Donnarumma dal 2016, Ilaria Belloni compagna di Calabria, Elina Gollert, moglie di Kjaer. Con l’Inter giocano Barbora Hroncekova, modella slovena compagna di Milan Skriniar, l’argentina Agustina Landolfo, fidanzata di Lautaro, Federica Schievenin, Sonia Isaza e Hiba-Abouk, compagne di Barella, Vidal e Hakimi. È una sfida tra fuoriclasse, pure questa.

Perché l’altra partita si gioca sui social
Porte chiuse, social aperti. Derby anche lì, e saranno scintille. Intanto il Milan ha lanciato l’iniziativa «Derby Together», l’obiettivo è quello di chiamare a raccolta i supporters di tutto il mondo – e sono tantissimi – per riempire San Siro, anche se virtualmente (con ricavato che andrà alle attività benefiche della Fondazione Milan). Gli interisti rispondono con un altro slogan: coloriamo Milano di nerazzurro. Strade, muri, bandiere ai balconi, striscioni attorno a San Siro per sostenere la squadra del cuore.

Milan-Inter sarà visibile in diretta esclusiva su DAZN.

LEGGI ANCHE

Gattuso e Pirlo, due amici per una Supercoppa

LEGGI ANCHE

Nicolò Barella, la notte della vita: prima il gol alla Juve, poi la nascita di Matilde

LEGGI ANCHE

Sinisa Mihajlović, ospite a Sanremo 2021 per un duetto con Ibrahimović

Загрузка...

Comments

Комментарии для сайта Cackle
Загрузка...

More news:

Read on Sportsweek.org:

Altri sport