Notizie

Roma, vietato sbagliare

01
IL TEMPO (E. ZOTTI) - Come una finale. Non usa mezzi termini José Mourinho alla vigilia della gara di Conference League con lo Zorya , dove i giallorossi si giocheranno la permanenza nella terza competizione continentale: «Se vinciamo siamo dentro, se perdiamo siamo fuori. Un pareggio lascia tutto aperto. Avremmo il destino nelle nostre mani pareggiando e vincendo in Bulgaria l’ultima. È cosi, è questo l’obiettivo - spiega il tecnico giallorosso in conferenza stampa - è una finale per noi e per loro ed è una gara importante. Anche se sarà dura giocare per mesi su due fronti, campionato e Conference League, è un problema che vogliamo avere. Non vogliamo uscire» . Questa sera all'Olimpico lo Special One riproporrà la difesa a tre, modulo che secondo il tecnico non calza a pennello alla squadra ma che si è rivelato una soluzione efficace grazie all'impegno e alla determinazione dei suoi giocatori: «La rosa non è stata costruita per giocare a tre. Abbiamo perso i terzini sinistri e abbiamo scelto di giocare a tre, con El Shaarawy che non è un terzino e che non fa giocare la squadra a cinque. Questa soluzione è andata molto bene a livello di gioco». L'atteggiamento del Faraone ha colpito profondamente il tecnico, che ha lodato pubblicamente la sua prestazione con il Genoa : «Non pensavo potesse giocare in quella posizione. L'anno scorso lo vedevo come un giocatore con alti e bassi, invece adesso si è evoluto. A Marassi è stato decisivo con un salvataggio a due metri dalla porta, questo è un El Shaarawy sconosciuto per me ed è l'esempio di come posso imparare sempre qualcosa di nuovo dai miei calciatori» . Carezze anche per Abraham : «Ha imparato ad avere un’altra dimensione da giocatore di squadra che magari non aveva prima. Presto o tardi riuscirà a fare più gol, poi avrà tutto, il lavoro di squadra e il fatto di segnare di più. In questo momento non sono preoccupato». Stasera a supportare l'inglese sarà Zaniolo , che giocherà alle spalle dell'ex Chelsea al posto di Pellegrini: «Non mi aspetto nulla di particolare da Nicolò - prosegue Mou - mi aspetto tanto dalla squadra. Anche se a Genova non ha giocato mi è piaciuto il modo in cui ha esultato, per me è come se avesse disputato novata minuti. Mi aspetto un giocatore che aiuti la squadra, nulla da Zaniolo dal punto di vista individuale» . Il portoghese ha lasciato il posto davanti ai microfoni a Jordan Veretou t, che ha sfruttato l'occasione per giurare amore ai colori giallorossi parlando del suo futuro: «Sono venuto qui anche per guadagnarmi la Nazionale e ci sono riuscito, adesso voglio vincere qualcosa anche con la Roma e arrivare il più in alto possibile. Il mio procuratore e Tiago Pinto sono in contatto - rivela il numero 17 - la Società sa cosa deve fare, ma io sono romanista e voglio rimanere qua» . L'attuale contratto del centrocampista scade nel 2024, ma nei prossimi mesi il club si siederà con il procuratore del francese per iniziare a discutere i termini di un nuovo accordo.
Загрузка...

Comments

Комментарии для сайта Cackle
Загрузка...

More news:

Read on Sportsweek.org:

Altri sport

Oasport: Nuoto paralimpico: Super-Italia a Berlino! Morlacchi, medaglie e record
Oasport: Nuoto paralimpico: Super-Italia a Berlino! Morlacchi, medaglie e record
Oasport: Nuoto paralimpico: Super-Italia a Berlino! Morlacchi, medaglie e record