Tiro a segno
Aggiungere notizie
Notizie

Malore a 64 anni: gli alpini piangono Zaccomer, il socio con la passione del tiro a segno

0241
Malore a 64 anni: gli alpini piangono Zaccomer, il socio con la passione del tiro a segno

TARCENTO. Il mondo degli alpini, quello dei tiratori scelti e tutta la comunità di Tarcento piangono la scomparsa di Massimo Zaccomer, morto lunedì 20 dicembre, a 64 anni, per un malore improvviso. «Se ne è andato uno dei nostri soci più illustri e collaborativi: si spalanca un grandissimo vuoto», dicono dal Gruppo alpini di Collalto, quello cui Zaccomer – che abitava a Tarcento, in via Zucchia, e che era ormai in pensione, dopo aver rivestito a lungo il ruolo di collaboratore scolastico – apparteneva.

«Massimo era orgogliosamente aggregato alla nostra realtà associativa da parecchio tempo – ricorda il capogruppo Edoardo Di Giorgio – ed era animato da una forte passione per il tiro a segno. Aveva creato una squadra di tiratori, inventando anche un bel logo ad hoc, stampato sull’abbigliamento che viene utilizzato nelle competizioni: all’aquila, simbolo dei tiratori, si uniscono una scritta circolare (“Squadra di tiro a segno”) e, sotto, i loghi dell’associazione Alpini di Collalto e della sezione di Udine». «Aveva anche attivato – prosegue Di Giorgio – un gruppo Whatsapp che riuniva una ventina di appassionati dell’antico sport a lui così caro: li teneva costantemente informati su gare, classifiche e su tutto ciò che riguardava la disciplina».

Non ha avuto vita facile, Zaccomer – raccontano ancora le penne nere, per indicarne la forza d’animo e la tenacia –, avendo patito la perdita della moglie, della figlia e da ultimo della sorella. «Era una persona splendida. Non lo dimenticheremo mai», concludono gli alpini.

«Era un uomo buono e riservato, sereno, mite e pacato, amico di tutti e sempre pronto a dare una mano, tanto che era attivo nel Gruppo dei volontari per la sicurezza di Tarcento. Gli piaceva molto l’Alta Val Torre: amava molto le nostre montagne, la natura incontaminata di queste terre, ed era un esperto tiratore», dichiara l’amico Mauro Pinosa, vicesindaco di Lusevera e avversario di Zaccomer in numerose sfide al poligono.

«Non ne saltava una – testimonia ancora l’amministratore –. Era davvero un signore: dispensava consigli agli esordienti, si complimentava con chi riusciva a fare meglio di lui. Sono profondamente addolorato, ci mancherà tanto».

Загрузка...

Comments

Комментарии для сайта Cackle
Загрузка...

More news:

Oasport: Nuoto paralimpico: Super-Italia a Berlino! Morlacchi, medaglie e record
Oasport: Nuoto paralimpico: Super-Italia a Berlino! Morlacchi, medaglie e record
Oasport: Nuoto paralimpico: Super-Italia a Berlino! Morlacchi, medaglie e record

Read on Sportsweek.org:

Altri sport

Sponsored